Shàolín KungFu 少林 功夫

Il primo corso Cinese di Arti Marziali Tradizionali: Shàolín Sì WǔGōng.

Adatto ai ragazzi che vogliono conosce la filosofia cinese e la tradizionale arte di combattimento dello stile di shaolin.

Esercizi coordinativi di intensità crescente porteranno ogni allievo alla conoscenza delle proprie abilità, allenandole e imparando così tecniche di difesa cinesi.

L’esercizio principale negli stili esterni come lo Shàolín 少林 Sì WǔGōng  e come in molte arti marziali è il taolu (o forma), ovvero lo sviluppo di una sequenza di tecniche di attacco e difesa, acrobatiche o spettacolari, finalizzate all’aspetto atletico ed artistico nella pratica dell’arte marziale.

La forma rappresenta, in modo armonioso e stilizzato un combattimento contro uno o più avversari, allo scopo di sviluppare le tecniche fondamentali fino a renderle proprie; in questo modo il taolu permette di accrescere la forza, la velocità e l’energia del praticante.

Il taolu inoltre permette lo sviluppo delle capacità coordinative e il controllo emozionale, meglio visibili negli esercizi con le armi ove l’atleta diventa un tutt’uno con la sua arma: sia essa corta, lunga, snodata o doppia.
Infine, dopo aver acqusito le tecniche base, si inizia lo studio a coppie per sviluppare quelle capacità coordinative a coppie tipiche di un combattimento, ma ben più complesse.

Il percorso di studio del combattimento sembra facile, ma se non si vuol cadere nelle solite tecniche banali, diventa complesso; ecco perché un allievo paziente e attento ai particolari può imparare molto dallo Shaolin prendendo fino all’ultima goccia dell’immensa conoscienza cinese.

 

Il Team Tecnico è formato da:

Max Archetti, responsabile Tecnico del GSW

Matteo Mandato, conduttore del GSW